l'opera/

Nella Wunderkammer, 2019

Marie Denis, da sempre interessata a sperimentazione, metamorfosi e rielaborazione della natura, è particolarmente affascinata dal carattere effimero del mondo vegetale e dalle potenzialità permanenti che invece nuove tecniche e materiali possono conferire allo stesso. L’opera in oggetto, Nella Wunderkammer, è stata realizzata grazie alla collaborazione con l’impresa Giovanardi. Questo le ha permesso di utilizzare materiali e macchinari altamente performanti e di dare vita a opere dalla grande forza visiva e concettuale. 

Senza mai perdere il focus sull’essenza peculiare del suo lavoro, che spesso si connota come Herbier de Curiosités e collezione botanica, l’artista francese reinterpreta e poeticizza la natura, talvolta patinata, mineralizzata, scannerizzata, assemblata o intrecciata. Un mondo vegetale quello di Marie Denis che, esistenzializzato, trova nuova linfa nell’interazione con lo spazio in cui viene accolto e con lo spettatore che ne fruisce.

l'artista/

Marie Denis

Dopo aver studiato all’Accademia di Belle Arti di Lione, nel 1999 Marie Denis vinse il programma di residenza a Villa Medici, a Roma.

Una selezione di esposizioni recenti sia personali che collettive include: Imprese, alla Galleria Alberta Pane di Venezia (2020), la collettiva Métamorphoses du Quotidien, curata da Pauline Lisowski alla Maison des Arts Plastiques Rosa Bonheur, Chevilly-Larue, Francia (2020); Le Saule qui Chante, Parc Vansteenkiste, Roncq, Francia (2019); L’Été Photographique de Lectoure, Centre d’art et de photographie de Lectoure, Francia (2019); Nature des Profondeurs, mostra personale alla Galerie Alberta Pane di Parigi (2018); L’Impermanence alla Fondazione Fernet-Branca, Alsace, Francia (2018); De Fils ou de Fibres at CAC de Meymac, Francia (2018); Le Désir alla Galleria Alberta Pane di Venezia (2017); L'Herbier de Curiosités al Centre d'Art et de Nature, Chaumont sur Loire, Francia (2017); Comme une Fleur al Centre Culturel Aragon, Oyonnax, Francia (2017); Dans le Royaume de l'Eau, La Brodeuse d’Eau, a Bodenburg, Germania (2017). Nel 2016 ha esposto in una personale L'Herbier Noir alla Galerie Alberta Pane di Parigi. 

Ha inoltre vinto numerosi premi e borse di studio sia nazionali che internazionali, come il FNAGP (Fondation National des Arts Graphiques et Plastiques, 2015), il DRAC Île-de-France (2011 e 2005) e il sopracitato programma di residenza artistica a Villa Medici a Roma

X STORAGE

caption/ 

Marie Denis

Nella Wunderkammer, 2019

basamento di risme di carta, Black Lotus, serigrafia in rilievo su acciaio, scatola in cartoncino, Asplenium phyllitis in bagno di rame, foglie di cocco patinate con grafite, Rosetta pressata, palma intrecciata, inchiostro e patina di grafite, scatola in tessuto

 Dimensioni variabili

prezzo/ 

Su richiesta